Miglioriamo un rotore TV

09/08/2020 Off Di iw2nlp

Dopo aver realizzato la 2 elementi per i 2 metri, è sorto il problema di puntarla nella direzione voluta; come visibile dalle foto, ho utilizzato un rotore TV, lo avevo che girava per il laboratorio dentro la sua scatola.

Certo non eccelle in prestazioni, il control box è da paura, sicuramente può reggere un antenna di circa 1 kg. Ho provato a lasciare le cose come stavano, ma la praticità rasentava lo zero. Che fare?

Ho cominciato aprendo il “coso”, pulirlo rimuovendo quella cosa che doveva essere lubrificante, rilubrificare il tutto come si deve e pensare ad una soluzione funzionale.

Poche modifiche e avrei trasfomato il rotore TV in un degno rotore per stazione di radioamatore.

Ho forato e filettato il perno principale per aver un riferimento reale sulla posizione, ho fissato un ingranaggio che avevo nei cassetti, ho fissato inoltre un potenziometro da 500 Ohm, come sullo Yaesu che ho cercando di avere un contatto preciso ma senza rischiare di strappare il tutto. Ho dotato il perno del potenziomentro di una gomma zigrinata, tolta dal gruppo caricamento carta di una vecchia stampante, per assicurare il movimento corrispondente alla posizione del perno centrale. La parte difficile è stato far corrispondere la rotazione di 360 gradi a quella del potenziometro che è inferiore, giocando con i diametri ci sono riuscito.

Per controllare il rotore ho adottato il collaudato K3NG rotator controller; nel mio schema ho utilizzato un Arduino Nano, ne avevo acquistati 3 e in qualche modo devo utilizzarli, ho inserito un encoder per il posizionamento preimpostato, due pulsanti per ruotare in un senso o nell’altro, un gruppo premontato di 2 relé ed ho disegnato e realizzato lo stampato per alloggiare i componenti.

Ho modificato il sorgente per adattarlo alle mie esigenze e alla fine il tutto ha funzionato a dovere, ho utilizzato il contenitore di un vecchio router ISDN che mi girava sugli scaffali anche perchè internamente era presente un alimentatore da 5V, ideali per alimentare Arduino, ho smontato il control box originale per prelevare l’alimentatore per il motore e mi sono ritrovato con un motore di riserva, simile a quello montato internamente al rotore.

Avevo un cavo a 6 poli, ideale per collegare il rotore al control box, aggiornerò a breve con ulteriori immagini del prodotto finito.